INDIESTRESS | RUBRICA ALLA SCOPERTA DELLA MUSICA INDIE (QUELLA VERA)

IMG_4507

Ormai sappiamo tutti che la musica Indie che ognuno di noi ascolta non fa davvero parte di questo genere, bensì del cosiddetto ItPop. Proprio per questo motivo, stanca di sentire sempre le stesse cose, mi sono messa a spulciare alcune playlist di Spotify per trovare brani e artisti a me sconosciuti da seguire. Così è nata l’idea di questa rubrica: per dar spazio a queste piccole realtà e far scoprire qualcosa di nuovo anche ai nostri lettori.

Non mi resta che augurarvi buon ascolto e buona lettura!

IMG_4511

Band nata nel 2016 in Australia, Perth precisamente. Si definiscono una ”alt-rock indie-rap band”. Nel 2018 debuttano con il loro primo EP Money e iniziano a farsi conoscere in tutto il Paese.

IMG_4512

Band alternative rock nata a Chicago dall’idea dal batterista Gary e dal chitarrista Charlie. I due combinano rock groove, pop e assoli di chitarra.

Schermata 2020-03-23 alle 14.59.17

Confesso che per trovare qualche informazione riguardante questo duo ci ho messo un po’ e alla fine ho scoperto che si tratta di un progetto ambient/folk – rock/pop parallelo di due musicisti: SITA e Jacob Steele. Non ho ancora afferrato la provenienza, ma giuro che lo scoprirò!

Schermata 2020-03-23 alle 15.00.13

Nativo di Iowa, stato appartenente al Midwest degli Stati Uniti, tra i fiumi Missouri e Mississippi (momento geografia). Si trasferisce poi ad Austin, Texas, per concentrarsi sulla sua carriera da musicista. Genere che spazia dal vintage jazz e swing all’indie rock.

  • Inspired & the Sleep Feels

Schermata 2020-03-23 alle 15.00.58

Ci spostiamo in California insieme a questo duo formato da Max Greenhalgh (autore/produttore) e Bryce Outcault (polistrumentista). Mescolano tradizionali strumenti indie rock con vari suoni elettronici.

IMG_4513

Lui ve lo presento tramite la sua biografia su Spotify, semplice e diretta: sono un ragazzo di 17 anni e vengo da OKC (Oklahoma). Tutto ciò che sentite, a parte qualche batteria, sono io che canto e suono. 

IMG_4514

Altra band australiana! Questa volta ci spostiamo a Brisbane, dove i Rockefeller creano energica musica indie rock, alimentata da ansie e teorie di cospirazione. Un po’ inquietante come cosa, lo so, ma vi assicuro che hanno il loro perché.

IMG_4515

Con loro non ho scoperto solo la musica, ma anche che il Sarpa Salpa (impronunciabile) è un pesce. Alt – pop band di Northampton, track of the week della BBC Radio e con già un po’ di seguito in Inghilterra.

Fatemi sapere cosa ne pensate e si accettano consigli e/o proposte per i prossimi appuntamenti con #INDIESTRESS! 😉

Serena

 

CANOVA LIVE AL PARMA MUSIC PARK | RECENSIONE

Sabato sera siamo state al Parma Music Park, l’arena per gli spettacoli estivi della città di Parma, per la prima data del tour estivo dei Canova.

zpbmzTYlSNSEiSi0Jb5H3A
Crediti foto: Serena Casella

In una cornice simile a un mini festival che per certi versi mi ha ricordato un po’ il MI AMI: piccolo parco alberato con stand in cui poter mangiare cibo fresco e non i soliti panini pre concerto, banchetto del merch e due aree in cui poter comprare da bere, il tutto arricchito da tavoli in cui potersi rilassare in attesa del live.

I Canova salgono sul palco intorno alle 22:30 e intrattengono il pubblico per quasi un’ora e mezza suonando pezzi dal primo album, Avete Ragione Tutti, e dal secondo, Vivi Per Sempre. Ammetto di essere stata un po’ titubante al riguardo visto quanto poco mi abbia coinvolto questo ultimo lavoro in studio rispetto al primo, ma, per fortuna, Matteo, Fabio, Gabriele e Federico mi hanno fatta ricredere.

Canzoni che a primo impatto non mi avevano lasciato niente, come Shakespeare o Vivi Per Sempre, live hanno acquistato sicuramente una marcia in più. Per non parlare della chicca della serata, ossia la cover di Rolls Royce di Achille Lauro, che avevano già proposto durante la scorsa leg del tour.

Lo99AjPHSfa1V%KRtseAfQ
Crediti foto: Serena Casella 

Ma ciò che sicuramente riesce a scatenare il pubblico ai loro concerti sono le canzoni presenti nel primo album: da Expo a Threesome (la più acclamata e attesa dal pubblico).

C’è una cosa che però salta sempre all’occhio durante i loro concerti: la bravura nel suonare e il carisma che hanno come gruppo. Quindi nel complesso possiamo promuoverli a pieni voti, sperando di poterli rivedere presto dal vivo!

 

Serena

#NewMusicDistress: Red Bricks Foundation

Se avete seguito le audizioni di X-Factor 12, i relativi Bootcamp e Home Visit, sapete sicuramente di chi stiamo parlando. In caso contrario, ve lo diciamo noi!

X-Factor-Red-Bricks-Foundation

I Red Bricks Foundation sono una giovane band romana formata da Lorenzo Sutto (frontman e cantante), Claudio Cossu (chitarra), Marco Cilo (basso) e Jacopo Corbari (batteria). Il loro nome deriva da una storia che il frontman visse in prima persona: tutti i giorni percorreva la stessa strada piena di mattoni rossi per raggiungere l’ex bassista della band. Figli del genere indie rock britannico, ci hanno subito colpito e spinte ad ascoltare i due singoli presenti su Spotify, I Wanna Play with Your Heart (in fondo potete trovare il video della canzone) e She Wants Revenge.

Il loro stile ricorda molto quello dei The Verve e degli Arctic Monkeys e il frontman Lorenzo sembra il figlio di Mick Jagger. Stile che non sorprende visti i gruppi da cui prendono ispirazione: Arctic Monkeys per l’appunto, The Strokes, Miles Kane, The Fratellis, Kasabian, Pink Floyd e Oasis.

Stile British che viene molto probabilmente dal periodo in cui Lorenzo visse in Inghilterra lavorando come modello.

Abbiamo grandi speranze per loro e non vediamo l’ora di vedere come si comporteranno e cosa ci riserveranno sotto la guida del nuovo giudice Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale.

 

Serena