THE DAY AFTER #NEWMUSICFRIDAY | EPISODIO 9

THE DAY AFTER #NEWMUSICFRIDAY | EPISODIO 9

Lo so, è da un po’ che non vi racconto le nuove uscite fresche fresche del momento, ma non per questo hanno smesso di esserci, anzi!

Oggi vi parlo del singolo di esordio di Diorama, nome d’arte di Matteo Franco, ventiduenne originario della Puglia migrato a Milano.
Dopo aver studiato pianoforte in Conservatorio e aver imparando la chitarra, la batteria e il basso da autodidatta, nel 2018 parte con il progetto artistico in cui ripone il suo sogno più grande. Il songwriting per lui rappresenta, prima  che un mezzo comunicativo, un’ opportunità per conoscere se stessi e interfacciarsi con la realtà.

Nasce quindi Diorama.

Diorama è l’assenza di confini tra suoni e colori, tra musica e parole: un approccio sintetico alla musica. Diorama è abbattere le barriere tra le emozioni di chi scrive e le emozioni di chi ascolta tramite la sovrapposizione di linguaggi musicali e di timbriche differenti.
Con un background che spazia dal britpop alla nuova psichedelia (che influenza fortemente l’artista anche sul piano estetico e visivo) il suo linguaggio musicale firmato è in uno stato di continua e inevitabile espansione, proprio come lo è il suo spettro emotivo e la sua palette di suoni.

Questo sogno e questo progetto si sono concretizzati ieri, 30 ottobre, con l’uscita di Horror, il singolo d’esordio.
Si tratta di un brano intenso, intimo e potente, le cui sonorità ci riportano all’indie-pop californiano con un forte richiamo a The Neighbourhood. Nonostante questa influenza però, il brano resta ben contestualizzato nell’estetica musicale Italiana. Su un arrangiamento ricco di sintetizzatori vintage e chitarre riverberate vengono affrontati i temi della sensualità e del consenso con un approccio lirico sottile e appassionato.

Di seguito il testo di Horror.

Potete ascoltare il brano qui

Diorama sui social: Instagram, Facebook

Alla prossima!

Giorgia