The Aces – When My Heart Felt Volcanic | Recensione Album

The Aces – When My Heart Felt Volcanic | Recensione Album

Il mondo della musica alt-indie è pronto a sfilare quattro nuovi assi nella manica. Stiamo parlando delle The Aces, band tutta al femminile formatasi a Provo, nello Utah nel 2008 e precedentemente conosciute come The Blue Aces.

https---images.genius.com-29f9b44c51d32fd3f6cdd07d01d378ab.1000x1000x1

Nell’arco di 10 anni, il gruppo ha fatto tantissima gavetta esibendosi prima alle fiere scolastiche e agli eventi che da sempre caratterizzano il paesino di provincia da cui provengono, fino a conquistare il pubblico di alcune delle venue locali più prestigiose. La girlband composta dalle sorelle Cristal e Alissa Ramirez (rispettivamente vocalist e batteria) e dalle loro migliori amiche McKenna Petty (basso) e Katie Handerson (chitarra) ha catturato persino l’attenzione del manager di Lorde e le ha permesso di ottenere un contratto con la casa discografica Red Bull Records.

Dopo la pubblicazione del primo EP I Don’t Like Being Honest nel 2017, le The Aces hanno rilasciato il loro album di debutto, When My Heart Felt Volcanic (pubblicato in Italia da Edel Records il prossimo 20 aprile): un autentico concentrato di pop/rock, suoni psichedelici e di chiara ispirazione anni ’80. Le quattro giovani artiste, chiaramente stufe di essere etichettate come semplice “girlband”, dimostrano di sapere il fatto loro, di padroneggiare il proprio strumento musicale e di avere un sound che, pur facendo eco a quello di altri gruppi alternative al femminile (HAIM e MUNA per citarne due in particolare), rimane incredibilmente personale.

Si sente la contaminazione del pop/rock, specialmente nella struttura delle canzoni e nella ripetizione dei ritornelli cantilenanti (Waiting For You, Holiday, Fake Nice), ma alcuni pezzi sono delle vere e proprie gemme, sia per la carica emotiva con cui vengono eseguiti, sia per la produzione dietro ai brani stessi, tra questi troviamo: i due singoli Stuck, Volcanic Love e i brani Lovin’ Is Bible (con richiami a Whitney Houston e Belinda Carlisle), Just Like That (prodotta da Butch Walker) e Last One. L’unico pezzo che sembra scostarsi dall’intero disco è la ballad Hurricane, ma nel complesso l’ascolto è piacevole e scorrevole: si parla di amore, di amicizia, di insicurezze, di sesso, di tutte quelle esperienze segnanti nella vita di una ragazza di 20 anni.

Nonostante alcuni siti italiani abbiano scelto di bocciare questo progetto discografico, ribattezzando le The Aces come la versione più “scarsa” delle HAIM, noi ci sentiamo tranquillamente di dissentire. Essere catchy nel 2018 non significa necessariamente essere incapaci, oppure offendere un genere musicale. Basti pensare che siti come Earmilk, Idolator e PAPER Mag le hanno dichiarate Artist to Watch del 2017, così come Noisey, FADER e Billboard ne hanno tessuto le lodi.

Sperando di vederle toccare anche il suolo italiano per un concerto in futuro, vi lasciamo il link per ascoltare When My Heart Felt Volcanic qui sotto:

 

Tracklist:

Volcanic Love

Stuck (Album Version)

Fake Nice

Lovin’ Is Bible

Just Like That

Last One

Strong Enough

Holiday 

Stay 

Bad Love

Put It On The Line

Hurricane

Waiting For You 

 

Alessia